What have I been up to? / Cosa ho combinato nel frattempo?

It’s been a while, once again.

What have I been up to during all this time away from my blogs? Well, I won’t lie, I’ve been busy.

First of all, I’ve had the honor to join the editorial staff of Italian blog Maglia-Uncinetto.it! I’m still excited about it: I can’t believe these talented ladies asked me to join them! Of course I’ll write mainly about my greatest crafty passion, Tunisian crochet, as you might have guessed. I plan to translate at least some of my posts and share ’em on my blogs for my international readers, so keep in touch if you’re curious. 🙂

Other news? Well, yes: I tried knitting once again, this time following a great teacher (which is one of my blog colleagues, too), Alice Twain. She’s an amazing knitter, and she published a book specifically for knitting beginners, “Ai ferri corti”. Thanks to her book, I finally managed to understand how the heck you knit! And not only that: she’s had lots of patience, answering tons of silly questions, and guess what? Yesterday I finished my first knitted item – well, the first of this new phase of knitting, the first that’s not a rectangle, lol. Said item is her “Polymorphous” hat, and it took me just 3 days to complete. I can’t wait for the hat to dry and be ready to be photographed, so that I can show you how pretty it is!

Last but not least, I released a couple more Tunisian crochet patterns, both neckwarmers/cowls. First one, “Gobelin“, is free and absolutely perfect for beginners. Second one, “Olidin Olidena“, uses two different stitches to create ribs, which are all the more interesting if you use a self-striping yarn.

E’ di nuovo passato parecchio tempo.

Che cosa ho combinato mentre me ne stavo lontana dai miei blog? Non mentirò: sono stata parecchio impegnata.


Prima di tutto, ho avuto l’onore di unirmi alla redazione del blog Maglia-Uncinetto.it! Ancora non ci credo: delle persone così talentuose hanno chiesto a me di unirmi a loro! Ovviamente scriverò soprattutto della mia grande passione, l’uncinetto tunisino, come avrete potuto immaginare. 


Altre novità? Sì: ho provato a riprendere in mano i ferri, stavolta seguendo una grande insegnante (che è anche una delle mie colleghe di blog), Alice Twain. Se non la conoscete, rimediate: è una knitter favolosa, e ha pubblicato un libro dedicato ai principianti, “Ai ferri corti”. Grazie a questo libro, sono finalmente riuscita a capire come tenere in mano i ferri! E non solo: grazie alla sua pazienza nel rispondere ad un sacco di miei dubbi, ieri ho finito il mio primo capo a maglia – almeno, il primo di questa mia nuova avventura, il primo a non essere un rettangolo. 🙂 Il capo in questione è il cappello “Polymorphous“, sempre di Alice Twain, e mi ci sono voluti solo 3 giorni per finirlo. Non vedo l’ora che asciughi per poterlo fotografare e farvi vedere quanto è bello!


Ultimo ma non meno importante, ho pubblicato un altro paio di modelli ad uncinetto tunisino, entrambi scaldacolli. Il primo, “Gobelin“, è gratuito ed è perfetto per i principianti. Per il secondo, “Olidin Olidena“, ho utilizzato due punti diversi per creare delle coste, che diventano ancora più interessanti se abbinate ad un filato auto-rigante.